var _iub = _iub || {}; _iub.cons_instructions = _iub.cons_instructions || []; _iub.cons_instructions.push(["init", {api_key: "QLmdduIqe1Dwsbtue8Gt6WLL8DXNBsbI"}]);

il primo magazine sulla sostenibilità applicata

CASA SULL'ALBERO
Il sogno di una casa sull’albero ci rincorre dall’infanzia. Pochi sanno che questa tipologia abitativa in architettura sostenibile gode di una vasta letteratura e ora anche di una estesissima casistica di esempi, perfettamente funzionanti, sparsi per tutto il pianeta.

Alcuni sono anche degli alberghi, quindi visitabili e “pernottabili”. Una notte sull’albero non è più qualcosa di irrealizzabile ma assolutamente accessibile, anche perché, nella gran parte dei casi, essendo soluzioni piuttosto spartane, non richiedono grandi budget di spesa.

Il motivo per cui vengono esplorate le case sospese come tipologia abitativa alternativa è da cercare nei molteplici vantaggi che l’idea porta in sé. Oltre alla nutrizione del più recondito immaginario infantile, una casa sull’albero non richiede permesso di costruire, in quanto è assimilabile a una struttura provvisoria.

 

È normalmente piccola, in legno, prefabbricata, non richiede allacci idrici o elettrici, è a basso consumo energetico, ma ugualmente può regalare un grande comfort se l’approvvigionamento essenziale di acqua e energia elettrica si fanno arrivare al piede dell’albero.

 

Le normative oggi non contemplano una edificabilità sistematica in tal senso, a differenza per esempio della Germania, o degli Stati Uniti, dove queste case sono invece normalmente accatastate e godono di tutti gli oneri e gli onori che loro competono.

 

Proprio seguendo questa tendenza, il Trentino Alto Adige sta operando sulla normativa edilizia al fine di agevolare la costruzione di eco-case e villaggi arboricoli nei fitti boschi che ricoprono gran parte della regione.  Inoltre, ai piedi delle Dolomiti – nel piccolo comune di Sagron Mis, poco più di 200 anime – verrà presto inaugurato un laboratorio permanente, immerso tra le latifoglie e le conifere del Parco Naturale di Paneveggio-Pale di San Martino, dedicato alla ideazione e alla progettazione di abitazioni sospese tra le fronde degli alberi, sempre nel rispetto del paesaggio e dell’ambiente naturale circostante.

 

Qui vi riportiamo una galleria di fotografie di case sospese molto particolari. La loro caratteristica principale è che sono tutte case ovviamente molto sostenibili, a consumo energetico pressoché inesistente, costruite con materiali naturali.

 

Il nostro consiglio è di provarne almeno una prima di decidere che si tratta solo di sogni. In Toscana ad esempio sono diverse le strutture ricettive che propongono questo tipo di offerta.

 

Per approfondimenti e altre immagini:
http://www.trendhunter.com/photos/115417

http://www.lapiantata.it/

http://www.agriturismonuovafattoria.it/

0
0
0
s2sdefault

Dalla chiocciola al green building


Architettura Sostenibile


di Isabella Goldmann
e Antonella Cicalò

Un libro a cura di

MeglioPossibile


per conoscere e riconoscere l'architettura del futuro

Edizioni FAG Milano

vai ai dettagli