il primo magazine sulla sostenibilità applicata

GLI OLIVI DI TOSCANA
I legami fra i prodotti, le tradizioni, i territori di origine, le antiche basi culturali, i miti e le leggende che accompagnano alcune produzioni simbolo (in questo caso l'olivo) hanno indotto i Georgofili a pubblicare il volume "Olivi di Toscana" e a dedicare all'argomento una mostra che si aprirà mercoledì 19 settembre 2012 dal titolo "L'olivo e l'olio negli studi dei Georgofili: un percorso nel patrimonio dell'Accademia" nell'ambito delle Giornate Europee del Patrimonio.

L'Accademia dei Georgofili, con sede in Firenze nell'antica Torre de' Pulci (ingresso dalle Logge degli Uffizi Corti), fu fondata il 4 giugno 1753 e si propone di contribuire al progresso delle scienze e delle loro applicazioni all'agricoltura in senso lato, alla tutela dell'ambiente, del territorio agricolo e allo sviluppo del mondo rurale.

Questa iniziativa editoriale è una pubblicazione di oltre 300 pagine, realizzata avvalendosi della collaborazione di ventitre autori tra i più qualificati ed esperti nelle materie trattate nei singoli capitoli. L'opera illustra ampiamente l'evoluzione della olivicoltura toscana, attraverso la storia, l'arte, la letteratura e lo sviluppo delle tecniche colturali, fino ai giorni nostri. Il volume è in italiano e in inglese e ha le caratteristiche editoriali proprie dei libri d'arte. Intende così richiamare l'attenzione sui valori della olivicoltura toscana, rivolgendosi anche ai tanti stranieri che rimangono affascinati da questa particolare colture e desiderano saperne di più.

0
0
0
s2sdefault

Dalla chiocciola al green building


Architettura Sostenibile


di Isabella Goldmann
e Antonella Cicalò

Un libro a cura di

MeglioPossibile


per conoscere e riconoscere l'architettura del futuro

Edizioni FAG Milano

vai ai dettagli
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok