ENERGIA EOLICA

VAI COL VENTO

Categoria // Energie Alternative, Scienze

Stando a una ricerca pubblicata da Nature Climate Change sulla Terra c'è abbastanza vento per soddisfare la domanda globale di energia. In particolare, è l'eolico che cattura le brezze in alta quota il giacimento delle rinnovabili del futuro.

VAI COL VENTO

Un'energia rinnovabile di estrema potenza: questo è il vento. Una straordinaria forza della natura che – stando ad alcuni patiti di questo tipi di calcoli – se cessasse di spirare su tutto il pianeta occorrerebbero tutte le centrali del mondo per un intero anno e a piena potenza per rimetterne in moto un alito.

Una riserva di energia rinnovabile in grado, potenzialmente, di soddisfare il fabbisogno mondiale.

Stando a uno studio guidato da Kate Marvel del Lawrence Livermore National Laboratory particolarmente efficienti sarebbero le turbine atmosferiche che utilizzano la forza dei venti ad alta quota (meglio delle turbine a bassa quota o sul mare, che lavorano sui venti di superficie).

Usando particolari modelli i ricercatori hanno calcolato che i venti di superficie possono generare sino a 400 terawatt di energia, mentre dai venti in tutta l'atmosfera si potrebbero ottenere 1800 terawatt. Secondo i dati disponibili, sul pianeta il fabbisogno energetico oggi è quantificabile in 18 terawatt di potenza. Se ne deduce che con i venti di superficie si potrebbe generare una potenza pari a 20 volte il fabbisogno terrestre e con quelli di alta quota di ben oltre 100 volte.

Per avere questi effetti globali, però, le pale dovrebbero essere distribuite uniformemente su tutta la superficie terrestre e non concentrate in poche regioni. Gli effetti climatici con uno sfruttamento a livelli massimi potrebbero essere significativi, ma per soddisfare l'attuale fabbisogno sarebbero decisamente inferiori, a patto di avere una distribuzione su ampia scala delle pale eoliche.

La fattibilità sarebbe dunque garantita su un piano geofisico, saranno invece fattori economici, tecnologici e politici a determinare la crescita dell'energia eolica nel mondo.

In ogni caso, fatto salvo la salvaguardia di alcune particolari aree paesaggistiche e l'impatto sugli uccelli migratori (che con particolari accorgimenti si sta già cominciando a ridurre), l'energia eolica si sta rivelando in Italia e internazionalmente tra le più promettenti.

Andrea Santillana

Pubblicato:

Martedì, 18 Settembre 2012

Condividi:

blog comments powered by Disqus