Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

CAMBIAMENTO CLIMATICO

IN CIELO E IN TERRA

Categoria // Flora & Fauna, Scienze

Sembra ovvio: la presenza di aree verdi in città permette di abbassare sensibilmente la concentrazione di CO2 nell'aria. Eppure la NASA ha finanziato uno studio e un progetto attuativo che vede mette al centro proprio le aree verdi cittadine. Anche qui si gioca la partita per affrontare il cambiamento climatico.

IN CIELO E IN TERRA
Nelle città italiane, specie nelle più trafficate, si stanno mettendo a punto progetti per coinvolgere i cittadini nella gestione del verde pubblico, dalle piccole aiuole agli orti. Su scala internazionale Flornews* dà notizia di alcuni risultati preliminari di uno studio condotto dall'UC Santa Barbara e dall'Università del Minnesota nell'ambito dell'agenzia spaziale americana.

Pubblicati lo scorso luglio sul Journal of Geophysical Research – Biogeosciences, dimostrano come la tipica periferia verde, con alberi e prati, gioca un ruolo significativo per quanto riguarda l'assorbimento di CO2 e in senso più generale sul cambiamento climatico.

Per nove mesi l'anno, il paesaggio suburbano è fonte di CO2 in atmosfera, ma durante l'estate l'assorbimento di carbonio da parte della vegetazione è cosi significativo da riuscire a bilanciare le emissioni di combustibili fossili prodotte dall'uomo all'interno dell'intero quartiere.

Si e notato che i prati verdi raggiungono il picco massimo di assorbimento di CO2 in primavera e in autunno, lontani dallo stress del caldo estivo, mentre gli alberi sempreverdi mantengono costante l'assorbimento per tutto l'arco dell'anno a scapito dei decidui che, perdendo le foglie in autunno-inverno, hanno registrato assorbimenti più limitati.

Lo studio è un primo passo verso la quantificazione del ruolo della vegetazione nelle periferie, vale a dire le aree urbane che crescono più rapidamente negli USA e in tutti i Paesi industrializzati o in via di sviluppo.

Le applicazioni potenziali di questo tipo di ricerca includono quindi anche la pianificazione e la realizzazione delle aree verdi in città, dove l'uso del territorio e la scelta di piante adatte coinvolgono decisioni importanti per le amministrazioni locali soprattutto in relazione alla necessità globale di riduzione dei gas a effetto serra, responsabili anche del cambiamento climatico.

*Numero 132, 20 luglio 2012
Andrea Santillana

Pubblicato:

Martedì, 04 Settembre 2012

Condividi:

blog comments powered by Disqus