Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

EVENTI SOSTENIBILI

E QUINDI USCIMMO...

Categoria // Ricerca & Risorse, Scienze

...a riveder le stelle. Così Dante chiude l'ultimo canto dell'Inferno (XXXIV,139) e con la stessa parola termina ogni cantica della Divina Commedia.

E QUINDI USCIMMO...
Nella foto "Notte stellata", Vincent Van Gogh

Le stelle, guida e bellezza in ogni notte da tempo immemorabile, sono oggetto oggi di studi e ricerche particolarmente importanti per comprendere origine e assetto dell'universo. Da poco al Monte Bondone, vicino a Trento, è entrato in funzione il nuovo grande telescopio riflettore dal diametro di 80 cm.

Nel corso dell'estate, il dispositivo – custodito all'interno della cupola in acciaio inaugurata nel 2011 – sarà protagonista di una serie di iniziative di osservazione astronomica dedicata a tutte le fasce d'età.

Il telescopio, che esce scorrendo su un carrello per fermarsi al centro della piattaforma stessa, oltre all'imponente diametro può sfruttare tutte le moderne tecnologie, come il collegamento in remoto o la connessione con apparecchiature elettroniche (computer, videocamere...) garantendo così un'elevata qualità dell'esperienza di osservazione del cielo dalla Terrazza delle Stelle.

Inizialmente situata all'interno di una vecchia casamatta ristrutturata, la Terrazza delle Stelle è stata inaugurata nell'agosto del 2001. Al fine di dotarla di infrastrutture più funzionali e per migliorare la qualità dell'offerta, nel 2011 è stata realizzata una cupola per ospitare permanentemente il telescopio.

La struttura in metallo ha un diametro di circa 4 metri e un'altezza di 3: caratteristica peculiare è il rivestimento esterno, in acciaio lucidato, che crea un sorprendente effetto "specchio" sul panorama circostante, permettendo una meravigliosa visione del panorama alpino durante il giorno e del cielo stellato di notte e divenendo a tutti gli effetti un elemento di notevole richiamo nella Conca delle Viote.

Esempi di architetture specchianti di questo tipo sono famosi nel mondo: uno dei più conosciuti si trova a Chicago, soprannominato The bean.

Il telescopio principale è un riflettore da 80 cm di diametro comandato da un avanzato sistema computerizzato che gli permette di puntare automaticamente qualsiasi oggetto celeste. Il diametro dello strumento lo pone ai vertici tra gli osservatori pubblici museali. I corpi astronomici più deboli ed evanescenti si mostrano con una grande quantità di dettagli, permettendo di scoprirne caratteristiche altrimenti invisibili.

Gli oggetti più luminosi come la Luna e i pianeti, si svelano con una visione molto ravvicinata, rivelando delicate sfumature di colore e incredibile dettaglio. Il telescopio permette non solo di osservare il cielo direttamente, ma può anche essere collegato con camere elettroniche di ripresa per ricerche scientifiche oppure di essere pilotato direttamente al computer, per riprendere oggetti particolari come comete o satelliti artificiali.

In questo modo il visitatore può avere una visione completa della moderna astronomia che nell'aspetto amatoriale e pubblico si fonda ancora sull'osservazione visuale, mentre in quello scientifico settoriale ha da molto tempo implementato pienamente lo sviluppo tecnologico dei mezzi di ripresa.

La Terrazza delle Stelle offre un fitto calendario di appuntamenti dedicati al pubblico e alle scuole: di giorno il misterioso volto del Sole è svelato attraverso telescopi dotati di particolari filtri per l'osservazione della superficie solare, delle macchie, delle gigantesche protuberanze e di spettacolari filamenti.

La notte è la volta di passeggiate naturalistiche al chiaro di luna con l'accompagnamento di una guida alpina e di un esperto del museo delle scienze di Trento
http://www.mtsn.tn.it/rete/terrazza_stelle.asp

Su un altro fronte, a Bentivoglio, Hera ha messo a disposizione gratuitamente il sito dell'ex-discarica del Comune a pochi passi dall'Oasi naturalistica del WWF per osservare le stelle.

Oggi 24 luglio 2012 si potrà osservare per circa due ore il cielo, con le spiegazioni degli astronomi dell'INAF - Osservatorio Astronomico di Bologna, guidati da Flavio Fusi Pecci.

Dalle 21,30 i divulgatori del cielo indicheranno costellazioni, stelle e pianeti facendo uso di un potente laser controllato da un computer che si muoverà, indicando la posizione di stelle e pianeti, dell'eclittica e del piano equatoriale celeste, della stella polare e dei quattro punti cardinali.

Con l'avanzare dell'oscurità compariranno stelle, costellazioni, pianeti, nebulose e galassie. Basti pensare che a occhio nudo, nel nostro emisfero si possono vedere, in condizioni di cielo ottimali, circa 3 mila stelle: alcune luminosissime, come Vega o Sirio, altre dalla luce fioca e lontana.

Un modo di restituire ai cittadini un'area verde e curata, che in passato è stata di grande utilità alla comunità. Un luogo che non presenta alcuna controindicazione alla frequentazione in occasione di eventi come quello organizzato da INAF-Osservatorio Astronomico di Bologna in collaborazione con l'Associazione culturale Sofos, l'Istituzione Villa Smeraldi-Museo della civiltà contadina, l'Associazione culturale Il temporale, con il patrocinio della Provincia di Bologna e del Comune di Bentivoglio e l'ospitalità del Gruppo Hera.

Un bel modo per "rivedere le stelle".

Andrea Santillana

Pubblicato:

Lunedì, 23 Luglio 2012

Condividi:

blog comments powered by Disqus