Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

Arsenico e vecchi...balletti

Categoria // News

Dopo tre proroghe e un'emergenza che dura da dodici anni, Bruxelles ha detto basta a tutte le possibilità di ulteriori proroghe per le deroghe ai parametri delle acque potabili stabiliti dalla legge per l'arsenico (e in misura minore per i floruri) chieste dalla regione Lazio.

Arsenico e vecchi...balletti
Dal 31 dicembre 2012, avvisa una nota di Legambiente, i cittadini dei comuni coinvolti vedranno applicate pesanti ordinanze che limiteranno l'uso dell'acqua potabile, come il divieto a berla, utilizzarla per lavarsi i denti o per l'industria alimentare.Tanto comporta l'inquinamento idrico locale.

La Regione Lazio, ricorda l'associazione, aveva richiesto ed ottenuto dalla Comunità europea provvedimenti di deroga per il triennio 2010-2012 per una popolazione che, allo stato della richiesta, interessava per l'arsenico 788.312 abitanti in 86 comuni, afferenti alla provincia di Viterbo (294.306 abitanti, 54 comuni), Latina (283.642, 9 Comuni) e Roma (210.364, 23 Comuni).

"Le deroghe, inizialmente previste solo come misura transitoria, sono diventate purtroppo un espediente per non fare i necessari interventi di potabilizzazione - argomenta Giorgio Zampetti, responsabile scientifico di Legambiente. Dopo dieci anni dall'entrata in vigore della legge e a due dalla bocciatura dell'Unione Europea, in diverse regioni il problema è stato risolto, tranne in Lazio".

Eppure adeguare la rete idrica ai parametri di arsenico legali non richiede investimenti particolarmente ingenti o interventi finanziari molto onerosi. Si tratta di inserire alla testa degli acquedeotti dei "dearsenificatori" dal costo di qualche decina di migliaia di euro. Purtroppo, secondo il presidente di Legambiente Lazio, Lorenzo Parlati , per ammissione della stessa Regione, la situazione dei comuni fuorilegge, tra gare d'appalto e lavori, non potrà essere sanata prima del 2014. E il problema dell'inquinamento idrico rimane. A.C.

Pubblicato:

Venerdì, 28 Dicembre 2012

Condividi:

blog comments powered by Disqus