Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

VERNICI NATURALI PROTECNICA: NESSUN RISCHIO PER SALUTE E AMBIENTE. E’ GREENWASHING

Categoria // Sentenze Antitrust

Nel 2002, l'Antitrust ha vietato l'ulteriore diffusione dei claim pubblicitari che definivano le vernici Protecnica "assolutamente sane e naturali" e "non contenenti sostanze nocive ". I messaggi, secondo l'Authority, erano ingannevoli.

Vernici naturali Protecnica: nessun rischio per salute e ambiente. E’ greenwashing
Vernici naturali Protecnica: nessun rischio per salute e ambiente. E’ greenwashing
Nel 2002, la Società Protecnica – azienda importatrice delle vernici naturali Livos per la cura del legno – è finita sotto la lente dell'Antitrust a causa di alcuni messaggi pubblicitari che definivano i suoi prodotti come "assolutamente sani e naturali", "non contenenti sostanze nocive" e "assolutamente compatibili sotto l'aspetto ecologico e sanitario".

Affermazioni che – dopo un'accurata analisi - sono state ritenute ingannevoli dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Sebbene, infatti, si possa asserire che le vernici prive di solventi - e quindi "naturali" - presentino minori rischi per la salute e per l'ambiente rispetto ai prodotti di sintesi, questo non significa che non siano pericolose in assoluto.

Lo stesso Istituto Superiore di Sanità, interpellato sul caso, rilevava l'esistenza di "un equivoco di fondo, secondo il quale si tende a ritenere un prodotto di origine naturale come innocuo". "E' ben noto infatti - si legge nella sentenza - che tali prodotti possono avere una loro pericolosità nei confronti dell'uomo e dell'ambiente, così come avviene per i prodotti di sintesi".

In particolare, i vernicianti Livos risultavano contenere quantità, seppur minime, di idrocarburi come il cherosene: una sostanza che può essere dannosa per la salute, nonché responsabile dell'inquinamento delle acque.

In seguito a queste valutazioni, l'Authority ha stabilito che i claim pubblicitari sopra riportati potevano minare la sicurezza dei consumatori, "inducendoli a trascurare le normali regole di prudenza e vigilanza". Non solo, portavano anche i destinatari del messaggio a credere erroneamente che l'impiego delle vernici Livos non danneggiasse in alcun modo l'ambiente. Per queste ragioni, l'Antitrust ha vietato l'ulteriore diffusione della pubblicità.

Per leggere la sentenza completa clicca qui e vai a pagina 57
La Redazione

Pubblicato:

Lunedì, 25 Marzo 2013

Condividi:

blog comments powered by Disqus