Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

CIF E LYSOFORM: ALTROCONSUMO SEGNALA ALL’ANTITRUST PRESUNTO GREENWASHING

Secondo l'associazione per la tutela dei consumatori, questi prodotti per l'igiene della casa vengono pubblicizzati come "naturali" nonostante la loro aggressività.

Cif e Lysoform: Altroconsumo segnala all’Antitrust presunto greenwashing
Cif e Lysoform: Altroconsumo segnala all’Antitrust presunto greenwashing
Presunta pubblicità ambientale ingannevole per Cif Power Pro Naturals e Lysoform Protezione Natura, prodotti per l'igiene della casa distribuiti da Unilever. A segnalare il caso all'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato è Altroconsumo - associazione indipendente per la tutela dei consumatori.

In particolare, Cif Sgrassatore e Cif Bagno, nella formula Power Pro Naturals, vengono pubblicizzati come detersivi naturali rispettivamente al 99% e al 98%, nonostante la loro aggressività, elemento che può trarre in inganno il consumatore - si legge nel documento inviato all'Authority da Altroconsumo.

«Siamo andati a verificare sul sito della Unilever. Effettivamente Cif sgrassatore contiene un tensioattivo di origine naturale, il coco-glucoside, e Cif bagno ha un componente vegetale, il sodium lauryl sulfate. Questi due tensioattivi di origine naturale, però, sono presenti in quantità molto basse: sulla confezione viene riportata una quantità inferiore al 5%» dichiara l'associazione sul suo sito.

Inoltre, continua Altroconsumo, i prodotti contengono tra gli ingredienti un conservante che può causare allergie, il benzisothiazolinone, e tre allergeni da profumo: il geraniol, il limonene e il linalool (clicca qui per visionare l'elenco completo degli ingredienti di Cif bagno e qui per Cif sgrassatore).

Per quanto riguarda Lysoform Protezione Natura, invece, la pubblicità sostiene che i detergenti usati nel prodotto siano al 100% naturali. «Anche in questo caso – sottolinea l'associazione - abbiamo verificato sul sito e la lista degli ingredienti non supporta il claim. Nell'elenco si trova infatti al secondo posto il cloruro di benzalconio, molto irritante per gli occhi e tossico per l'ambiente acquatico, e solo al terzo il coco-glucoside: unico tensioattivo di origine naturale. Inoltre, sono presenti anche alcuni allergeni da profumo e diversi coloranti inutili ai fini della pulizia, impattanti sull'ambiente nonché fonte di potenziali allergie». (Per visionare l'elenco completo, clicca qui).

Ulteriore elemento di ingannevolezza, la frase presente all'interno del sito della Unilever che dichiara, in relazione ai prodotti sopra citati, "La bottiglia è prodotta con materiale riciclabile". Si tratta, invece – conclude Altroconsumo – semplicemente di un flacone da differenziare nel cassonetto della plastica, come tutti gli altri contenitori utilizzati per detersivi e detergenti.

Per tali ragioni, l'associazione chiede all'Antitrust di inibire queste pubblicità e di prendere "provvedimenti idonei per eliminarne gli effetti". Inoltre, in attesa di valutazione, invita l'Autorità a sospendere la diffusione dei claim in via cautelare.
La Redazione

Pubblicato:

Mercoledì, 27 Marzo 2013

Condividi:

blog comments powered by Disqus