Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

VIAGGIARE GREEN: UN’INFOGRAFICA SPIEGA COME SCOPRIRE LE CITTA’ EUROPEE CON IL BIKE SHARING

Categoria // Green Practice

Momondo, motore di ricerca per voli low cost, ha realizzato una mini-mappa illustrata che spiega ai turisti come scoprire alcune tra le più belle città d'Europa con le bici pubbliche. Per risparmiare, non pesare sull'ambiente e raggiungere luoghi inaccessibili ad altri mezzi.

Megliopossibile - Viaggiare green: un’infografica spiega come scoprire le città europee con il bike sharing
Megliopossibile - Viaggiare green: un’infografica spiega come scoprire le città europee con il bike sharing
Londra, Parigi, Berlino, Amsterdam, Nizza: per scoprire queste città in maniera veloce, sostenibile ed economica, il miglior mezzo possibile è senza dubbio la bicicletta. Ecco allora che Momondo, motore di ricerca per voli low cost, ha messo a punto un'infografica in Italiano, semplice, ma dettagliata che svela ai viaggiatori amici dell'ambiente tutti i segreti del cicloturismo urbano, dai costi alle agevolazioni, dando consigli pratici sul noleggio delle due ruote, sui percorsi da effettuare per visitare le attrazioni più belle, oltre a curiosità sulla scena ciclistica e sulla mobilità sostenibile del luogo.

Scorrendo la guida (clicca qui per visionarla), si scopre così che la maniera più rapida per circolare a Londra è noleggiare una delle 8 mila biciclette Barclays (tfl.gov.uk/barclayscyclehire), disponibili nelle 570 stazioni dislocate in gran parte delle aree turistiche. Come? Registrandosi online o direttamente nei punti noleggio. Si potrà in questo modo intraprendere un percorso che dalla celebre ruota panoramica di London Eye sulle rive del Tamigi porta fino a Canary Wharf, importantissimo centro direzionale nell'East End, passando per la Tate Modern e per il Borough Market, il mercato rionale più famoso di Londra. Inoltre, si potrà entrare in contatto con la comunità ciclistica presso il "Look Mum, no hands", il "Foffa bikes" o il "Lock 7", speciali caffè in cui fare anche aggiustare la propria bici.

A Parigi, invece, il servizio Vélib offre 18 mila biciclette, disponibili nelle 1200 stazioni dislocate in tutta la città. Seguendo l'itinerario ad anello consigliato, sarà possibile passare davanti alle Galeries Nationales Du Grand Palais, al Palazzo Borbone sulle rive della Senna, al Louvre e a Notre Dame. Senza dimenticare che ogni domenica e nei giorni festivi, dalle 9.00 alle 17.00, vengono chiuse al traffico particolari aree della città (per esempio le strade intorno alla Senna, il quartiere Marais, il canal Saint Martin e Montmatre) grazie all'iniziativa Paris Respire.

Spostandosi a Berlino, si trova Call a Bike, un servizio operativo anche a Monaco, Colonia e Amburgo, a cui è possibile registrarsi chiamando un numero telefonico o presso i 100 terminal presenti principalmente vicino ai mezzi di trasporto (www.callabike-interaktiv.de). Seguendo la linea dell'autobus 100 o 200 con la propria due ruote, si potranno visitare le attrazioni principali della città, dallo Zoo di Berlino a Piazza Postdamer, passando per la Porta di Brandeburgo. Curiosità: a chi viaggia con la bici in treno sono offerti biglietti.

Ad Amsterdam, iscrivendosi online al sito OV-fiets (www.ov-fiets.nl), sarà possibile ricevere una carta che permette di noleggiare le biciclette (anche elettriche). Il servizio di bike-sharing conta oltre 240 stazioni. Vivamente consigliata dalla guida, in quest'area, un'escursione fuori città a Waterland, villaggio medievale, e il noleggio della Beerbike, una specie di pub su due ruote, che permette di visitare la città, bevendo birra con gli amici.

A Nizza, infine, troviamo Vélo bleu (www.velobleu.org) con le sue 175 postazioni. La registrazione avviene online. Con la bici presa a noleggio si può intraprendere un percorso di 8 km che mostra le principali attrazioni della città, oppure, per gli amanti delle sfide, seguire la linea dell'autobus 14 che arriva fino al Mont Boron, all'interno del Parco Nazionale del Mont Boron, e che offre una vista veramente spettacolare.

Non resta dunque che stampare l'infografica e tenerla a portata di tasca. Buon viaggio!
La Redazione

Pubblicato:

Martedì, 21 Gennaio 2014

Condividi:

blog comments powered by Disqus