Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

UNA BIRRA AMICA DELL’AMBIENTE

Categoria // Green Practice

Carlsberg Italia, punto di riferimento green del settore, ha ideato un sistema di spillatura che non prevede l'utilizzo di CO2 per favorire l'uscita della birra dai fusti. La nuova tecnologia ha vinto il prestigioso premio "Innovazione amica dell'ambiente" 2012 di Legambiente.

Carlsberg Italia e la birra amica dell'ambiente
Carlsberg Italia e la birra amica dell'ambiente
Birra dorata, guarnita di schiuma, ancora più buona se prodotta e spillata nel rispetto dell'ambiente. Nel nostro Paese, il punto di riferimento green del settore è rappresentato da Carlsberg Italia, terzo produttore nazionale, con stabilimento a Induno Olona in provincia di Varese.

L'azienda percepisce lo sviluppo sostenibile come un fattore determinante per consolidare la propria leadership sul mercato: grandissima attenzione viene posta dunque alla riduzione degli sprechi, all'ottimizzazione dell'uso di risorse naturali ed energetiche ma soprattutto all'innovazione di processi e tecnologie in chiave eco-compatibile.

Non stupisce quindi che la migliore innovazione sostenibile del 2012 nel settore alimentare sia stata prodotta proprio dal suo laboratorio. Si tratta di un nuovo sistema di spillatura, chiamato DraughtMaster Modular 20, che, a differenza del processo tradizionale, non prevede l'utilizzo di CO2 per favorire l'uscita della birra dai fusti (per capire bene come funziona il meccanismo, guarda il video).

I fusti impiegati inoltre non sono più d'acciaio – ingombranti e poco green - ma di plastica (Pet) completamente riciclabile. Tutte queste caratteristiche rendono il procedimento meno impattante e consentono di ridurre le emissioni di anidride carbonica in atmosfera e la produzione di rifiuti di difficile smaltimento.

La tecnologia ha vinto a dicembre scorso il prestigioso premio "Innovazione Amica dell'Ambiente" di Legambiente, il principale riconoscimento nazionale in questo campo. I vantaggi di DraughtMaster sono stati certificati dallo IEFE - Istituto di economia e politica dell'energia e dell'ambiente dell'Università Bocconi di Milano.

Secondo i calcoli dell'Istituto, per fare un esempio, nel 2012 - grazie ai locali milanesi che hanno scelto di utilizzare il nuovo sistema - è stato possibile ridurre di oltre 300 tonnellate le emissioni di CO2 dovute alla spillatura della birra, circa la quantità di anidride carbonica assorbita da 12.536 alberi.
Sara Occhipinti

Pubblicato:

Martedì, 19 Febbraio 2013

Condividi:

blog comments powered by Disqus