Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

QUANDO LA SCATOLETTA DI TONNO E’ PIU’ SOSTENIBILE

Categoria // Green Practice

Mareblu, nell’ambito del Sodalitas Social Award, ha ottenuto un prestigioso riconoscimento per la partnership con Legambiente e per il suo impegno a tutela degli ecosistemi marini.

Megliopossibile - Quando la scatoletta di tonno è più sostenibile
Megliopossibile - Quando la scatoletta di tonno è più sostenibile
La pesca spesso indiscriminata e illegale dei tonni rappresenta una grave minaccia per l'ecosistema marino. Proprio per questa ragione, quando si acquista una scatoletta di tonno – la conserva ittica più comune nelle dispense degli italiani – occorre fare molta attenzione al marchio scelto.

Poco più di un anno fa Greenpeace aveva diffuso la classifica "Rompiscatole" (clicca qui per visionarla) che indagava il livello di sostenibilità delle aziende produttrici di tonno in scatola. Ai primi posti si trovava Mareblu (clicca qui per maggiori informazioni sulle sue caratteristiche) che quest'anno ha ottenuto un altro importante riconoscimento.

All'interno del Sodalitas Social Award, uno dei più importanti premi italiani assegnati ai progetti di Sostenibilità e Responsabilità Sociale d'Impresa, l'azienda si è classificata prima nella nuova categoria voluta quest'anno dalla UE - "European CSR Award Scheme: inspiring partnerships for innovation and impact" – grazie alla partnership con Legambiente e al suo impegno per la tutela del mare.

Una collaborazione, quella tra l'azienda e l'associazione del Cigno Verde, che ha visto la sottoscrizione di un accordo per il raggiungimento di importanti obiettivi di sostenibilità nella pesca del tonno e per la gestione di progetti di tutela ambientale.

In primo luogo, partendo dalla razionalizzazione dell'approvvigionamento della materia prima e dalla completa tracciabilità della filiera produttiva (dalla pesca all'inscatolamento negli stabilimenti di proprietà), l'azienda ha pianificato entro la fine del 2016 la commercializzazione esclusiva di prodotti ottenuti attraverso metodi di pesca sostenibili (quindi con canna o con reti a circuizione senza FAD, sistemi di aggregazione per pesci dannosissimi per l'ecosistema). «Uno dei risultati più significativi conseguiti in questo ambito è stata la realizzazione di una nuova referenza di tonno Mareblu – si legge in una nota dell'azienda - pescato esclusivamente con metodo a canna, già in commercio dal 2012».

Secondariamente l'impresa si è anche impegnata a garantire la massima trasparenza nella comunicazione verso il consumatore. Ha così creato una vera e propria "carta d'identità" del prodotto che prevede, su ogni confezione, le seguenti indicazioni: specie di tonno, luogo e metodo di pesca, codice dell'imbarcazione che ha effettuato la battuta di pesca, stabilimento, lotto di produzione e numero di controlli diretti effettuati in tutte le fasi produttive.

La partnership, infine, si articola in una serie di iniziative a tutela del patrimonio naturale e della fauna marina del nostro Paese. Tra queste, Mareblu supporta il progetto "Spiagge e Fondali Puliti" di Legambiente che coinvolge cittadini e scuole in interventi di tutela ambientale e pulizia delle coste italiane. Non solo, l'azienda sostiene anche il Centro Recupero Tartarughe di Manfredonia (Foggia), fornendo strumentazioni utili, mangimi, farmaci e integratori.
La Redazione

Pubblicato:

Venerdì, 31 Maggio 2013

Condividi:

blog comments powered by Disqus