Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

ENERGIA DALLE ONDE: SI POTRA’ CATTURARE GRAZIE A UN FOGLIO

Categoria // Green Practice

Il sistema sarà in grado di sfruttare il movimento verticale delle onde per produrre energia elettrica. Il progetto è nato dalla collaborazione tra Bosch e il Ministero tedesco dell'Istruzione e della Ricerca.

Megliopossibile - Energia dalle onde: si potrà catturare grazie a un foglio Foto: CG4TV.com
Megliopossibile - Energia dalle onde: si potrà catturare grazie a un foglio Foto: CG4TV.com
Trasformare l'incessante salire e scendere delle onde del mare in energia elettrica, pulita e rinnovabile. E' questo l'obiettivo di un gruppo di ingegneri Bosch che sta lavorando al progetto EPoSil (Electroactive Polymers based on Silicon for power generation): un particolare foglio che sarà in grado di sfruttare il movimento verticale delle onde e la sua azione di compressione e di decompressione per generare elettricità.

Il prototipo, che verrà testato nel 2014, è costituito da tre diversi strati: i più esterni realizzati con materiali conduttori (elettrodi), quello interno, morbido ed elastico, è invece in silicio e svolge una funzione di isolante.

Come riesce questo dispositivo a tramutare l'energia del moto ondoso in energia elettrica?

Il movimento dell'onda esercita sul foglio una forza meccanica. Quando l'onda sale comprime il silicio intermedio e riduce la distanza tra i due elettrodi. A questo punto una piccola corrente elettrica, proveniente da una sorgente esterna, carica positivamente uno degli elettrodi e negativamente l'altro. Non appena l'onda comincia a scendere, la forza che agisce sul foglio diminuisce. Il silicio ritorna al suo spessore originale e accresce la distanza tra i due elettrodi. Questo effetto aumenta la potenza elettrica nel sistema, che viene viene immagazzinata e il ciclo ricomincia. L'obiettivo dei ricercatori è quello di raggiungere in questo modo un'efficienza del 50%, cioè di convertire più o meno metà dell'energia delle onde in elettrica.

Il progetto è stato finanziato con circa 2 milioni di euro dal Ministero dell'Istruzione e della Ricerca tedesco.
La Redazione

Pubblicato:

Venerdì, 13 Settembre 2013

Condividi:

blog comments powered by Disqus