il primo magazine sulla sostenibilità applicata

Vi siete mai chiesti come sia la vita di una regina? Come possa essere camminare tra un’ala e l’altra di un palazzo e dove venga sorseggiato il the pomeridiano?

Home Advisor, in collaborazione con l’architetto Jelena Popovic, ha provato a dare una risposta a queste domande grazie ad un complesso lavoro di rielaborazione grafica digitale di uno dei palazzi reali più famosi al mondo e cioè Buckingham Palace. Questa azienda ha raccolto molte immagini e planimetrie esistenti ed ha compiuto un’accurata ricerca storiografica per ricostruire gli ambienti di palazzo. Questo materiale è stato successivamente rielaborato dall’architetto Popovic con la creazione di una serie di disegni e illustrazioni del palazzo. L’edificio è dotato di 775 stanze e 5 piani di altezza e quindi, data la sua grande estensione, per poterlo rappresentare in modo chiaro, è stato suddiviso in tre sezioni: il Blocco Centrale, gli Appartamenti della Regina e il Fronte Est.

Questo progetto è nato, spinto dall’alone di curiosità e mistero che avvolge questo palazzo dovuto alla grande segretezza che lo caratterizza. Nonostante sia la residenza ufficiale londinese dei sovrani del Regno Unito dal 1837, sono pochi gli ambienti che sono stati aperti al pubblico in tutti questi anni.

Costruito nel 1703, Buckingham Palace può essere visitato dal pubblico grazie a tour guidati sia in modo virtuale sia di persona ma quello che i visitatori riescono a scorgere durante la visita è nulla in confronto alla maestosità e complessità dell’intero palazzo. I ricercatori hanno calcolato la presenza di 19 stanze di rappresentanza, 52 camere principali, 92 uffici, 188 camere per il personale di servizio e 78 bagni. Inoltre, sono presenti un cinema, una piscina, un laboratorio di gioielleria, un ambulatorio medico ed un ufficio postale.

Iniziamo quindi ad esplorare il palazzo partendo dal Blocco Centrale caratterizzato da un’ampia scalinata d’onore adornata da un lungo tappeto rosso e da pareti sulle quali si susseguono numerosi ritratti di famiglia. Salendo al piano superiore si trovano il Salotto Verde, la stanza dove la Regina è solita incontrare il Primo Ministro e la Sala della Musica che ha ospitato diversi battesimi reali tra cui quello del principe Guglielmo, il futuro Re d’Inghilterra.

  Blocco Centrale

 

Gli Appartamenti della Regina, la seconda sezione di questa analisi, rappresentano l’area più privata e irraggiungibile del palazzo. Secondo le ricerche di Home Advisor, sarebbero solo sei le stanze che la Regina è solita frequentare quotidianamente insieme alle persone più care e al suo personale.

  Appartamenti della Regina

 

La terza sezione studiata dal gruppo di ricerca è il Fronte Est. Conosciuto anche come il “volto pubblico” di Buckingham Palace è la facciata del palazzo che contiene il famoso balcone dal quale la famiglia reale si affaccia e saluta la folla durante le occasioni importanti. In questa ala del palazzo sono iniziati dei lavori di ristrutturazione all’inizio di quest’anno di un valore di circa 369 milioni di sterline. In occasione di questo evento, la famiglia reale ha deciso di condividere l’inizio dei lavori svoltosi all’interno del Salotto Giallo, in un post di Instagram, nel tentativo di coinvolgere sempre di più il popolo inglese.

  Fronte Est

 

La Recency Room invece è la stanza dove sono state ambientate numerose fotografie di Natale della famiglia reale.

  Recency Room

 

Conosciuta come la stanza più importante del palazzo, nella stanza 1844 la Regina ha incontrato spesso numerosi ospiti importanti come l’ex Presidente Obama.

  Stanza 1844

 

Il Salotto Bianco invece è un ambiente più intimo in quanto viene utilizzato prevalentemente come luogo di incontro per i membri della famiglia reale.

  Salotto Bianco

 

La sala da pranzo di Stato infine è uno degli ambienti più riconoscibili di palazzo grazie alla sua sontuosità e al lungo tavolo di legno. In questa stanza ha avuto luogo il ricevimento di nozze del Duca e della Duchessa di Cambridge.

  Sala da pranzo di Stato

 

 

Crediti foto incipit: 272447 da Pixabay

Crediti foto articolo: Home Advisor

0
0
0
s2sdefault

Dalla chiocciola al green building


Architettura Sostenibile


di Isabella Goldmann
e Antonella Cicalò

Un libro a cura di

MeglioPossibile


per conoscere e riconoscere l'architettura del futuro

Edizioni FAG Milano

vai ai dettagli
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok