Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

… STRADA FACENDO ROTOLA

Categoria // Ambiente e Sostenibilità, Grafene

Siamo in pochi a sapere che esiste una forte correlazione tra consumo di energia, emissioni di CO2 e pneumatici. Lo sanno bene invece le case automobilistiche, che investono negli studi sulla resistenza al rotolamento.

Pneumatici al grefene
Pneumatici al grefene

Per garantire comfort e aderenza un pneumatico deve essere morbido. Pertanto, quando entra in contatto con il suolo, si deforma. Per ritornare alla sua forma iniziale dopo ogni deformazione, il pneumatico ha bisogno di energia e una parte di quest’energia viene dissipata sotto forma di calore. Questa perdita di calore viene definita "resistenza al rotolamento".

Basti pensare che quasi il 20% dell’energia consumata da un' automobile (e quindi un pieno su cinque!) viene dissipata proprio dalla "resistenza al rotolamento".

Ovviamente il maggior consumo di carburante determina maggiori emissioni di CO2, nonché costi più elevati.

Attualmente gli pneumatici sono prodotti mescolando alla gomma grandi quantità di nano particelle di nerofumo o carbon black (fino al 50% del suo peso ). Il carbon black è un pigmento prodotto dalla combustione incompleta di prodotti petroliferi pesanti che viene impiegato sia per il rinforzamento della gomma, che per la conduzione del calore del battistrada sull'intera area della cintura dello pneumatico.

Per cercare di ridurre la “resistenza al rotolamento” da  oltre una decina di anni le più importati case produttrici di pneumatici aggiungono silicio nelle mescole di gomma, migliorando anche l’aderenza.

Una drastica riduzione della “resistenza al rotolamento” può essere oggi ottenuta dall’impiego del grafene all’interno delle mescole. Questo nuovo materiale, grazie alle sue caratteristiche fisiche di elasticità, leggerezza, conduttività e resistenza potrebbe essere l’innovazione tecnologica vincente nel campo del risparmio energetico.

Perché possa essere impiegato in un mercato di massa come quello degli pneumatici e non solo in applicazioni di alta tecnologia, è necessario che il grafene abbia costi di produzione contenuti.
Le case automobilistiche stanno studiando tecnologie da utilizzarsi in veicoli che offrano bassi consumi e inferiori livelli di emissione di CO2 come risposta alla crisi energetica e alla prevista riduzione della disponibilità di carburanti fossili, nonché alle indicazioni del protocollo di Kyoto (che prevede la riduzione del 20% di CO2 entro il 2020). Questo risultato potrà ottenersi anche producendo pneumatici con bassa resistenza al rotolamento.
Le università e le imprese impegnate nello studio di questo nuovo materiale dovranno dedicarsi al passaggio dalla fase di laboratorio alla vera e propria industrializzazione del grafene, ottenendo così costi compatibili con l’utilizzo nel mass market. (Continua)
 
www.directa-plus.com
Luisa Nicoletti

Pubblicato:

Martedì, 05 Aprile 2011

Condividi:

blog comments powered by Disqus