Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

NOKIA HA SVILUPPATO UN SENSORE DI UMIDITA’ SUPERVELOCE GRAZIE AL GRAFENE

Categoria // ICT e Tecnologie Digitali, Grafene

La casa finlandese ha messo a punto, nel suo centro di ricerca a Cambridge, un dispositivo sottilissimo, trasparente e flessibile con un tempo di risposta record.

Megliopossibile - Nokia ha sviluppato un sensore di umidità superveloce grazie al grafene - Foto: Stefano Borini, Nokia Research Center
Megliopossibile - Nokia ha sviluppato un sensore di umidità superveloce grazie al grafene - Foto: Stefano Borini, Nokia Research Center
Un sensore di umidità superveloce per cellulari (che si attiva quando l'apparecchio viene a contatto con acqua o liquidi vari) è stato realizzato nei laboratori del centro di ricerca Nokia a Cambridge. Anche in questo caso, protagonista dell'innovazione è il grafene, oggetto già da tempo delle attenzioni della casa finlandese.

Nokia è infatti in prima linea nel progetto europeo Flagship Graphene, di cui avevamo già parlato in un precedente articolo. Il programma, tra i più ambiziosi mai messi in campo dalla Commissione Europea, si propone - grazie a un finanziamento di un miliardo di euro - di sviluppare appieno tutte le potenzialità di questo materiale e di rivoluzionare il futuro tecnologico del continente.

Il dispositivo messo a punto dalla azienda, a base di ossido di grafene, è trasparente, flessibile, impermeabile all'acqua e sottilissimo, appena 15 nanometri. Quest'ultima caratteristica, in particolare, è responsabile delle sue prestazioni notevolmente superiori alla media.

Il tempo di risposta del sensore, infatti, diminuisce al decrescere dello spessore della membrana. E in questo caso il tempo di risposta è di soli 100 millisecondi, a detta dei ricercatori, il più basso mai ottenuto.

Un passo avanti per la celebre casa produttrice che guarda al grafene con interesse anche per lo sviluppo di sensori fotografici innovativi. Grazie alle straordinarie proprietà del materiale, in un futuro non troppo lontano, si potrebbero sviluppare infatti cameraphone ultrapiatti, dotati di sensori a risoluzione molto elevata.
La Redazione

Pubblicato:

Mercoledì, 18 Dicembre 2013

Condividi:

blog comments powered by Disqus