Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

INTERNET SUPERVELOCE GRAZIE AL GRAFENE

Categoria // ICT e Tecnologie Digitali, Grafene

L'uso del grafene nelle telecomunicazioni potrebbe rendere la connessione a Internet cento volte più veloce. Lo studio della britannica University of Bath.

Megliopossibile - Internet superveloce grazie al grafene
Megliopossibile - Internet superveloce grazie al grafene
L'uso del grafene nelle telecomunicazioni potrebbe accelerare notevolmente la velocità di connessione a Internet. Fino a un centinaio di volte. Lo sostiene un team di ricerca del Dipartimento di Fisica della britannica University of Bath.

I ricercatori, nel corso del loro studio - pubblicato sulla rivista scientifica Physical Review Letters – hanno ottenuto per la prima volta tassi di risposta ottica incredibilmente brevi grazie all'utilizzo del grafene.

Ogni giorno, si legge sul sito dell'Università, grandi quantità di dati vengono trasmessi e trattati attraverso dispositivi optoelettronici come per esempio le fibre ottiche o i rivelatori fotoelettrici. I segnali vengono inviati dai fotoni a lunghezze d'onda infrarosse e trattati mediante commutatori ottici che convertono questi segnali in una serie di impulsi luminosi. Di solito il processo avviene in un tempo ristrettissimo, intorno a un millesimo di miliardesimo di secondo (picosecondo). Nello studio in questione, il team di ricerca ha osservato che utilizzando pochi strati di grafene in un interruttore ottico, la risposta risulta quasi 100 volte più veloce rispetto a quella ottenuta con i materiali usati attualmente.

E così, quello che viene definito "il materiale delle meraviglie", per le sue incredibili caratteristiche di resistenza, conducibilità, leggerezza e flessibilità, potrebbe in futuro rivoluzionare il mondo delle telecomunicazioni.

Ha commentato i risultati dello studio Enrico Da Como, a capo del team di ricerca: «Questa risposta veloce avviene nella parte infrarossa dello spettro elettromagnetico, all'interno del quale si stanno attualmente sviluppando molte applicazioni sia nel campo delle telecomunicazioni, ma anche della sicurezza e della medicina che interesseranno da vicino la nostra società».

A lungo termine questa ricerca potrebbe portare allo sviluppo di laser a cascata quantica a base di grafene: dispositivi utilizzati nel monitoraggio dell'inquinamento, nella spettroscopia e nel campo della sicurezza.

Per leggere l'abstract dello studio, clicca qui!
La Redazione

Pubblicato:

Venerdì, 20 Settembre 2013

Condividi:

blog comments powered by Disqus