Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

AUTO ELETTRICHE, GRAZIE AL GRAFENE SI RICARICHERANNO NELL’ARCO DI UNA FRENATA

Categoria // Ambiente e Sostenibilità, Energia, Grafene

Più precisamente in 16 secondi. La nuova tecnologia, che può sfruttare anche l'energia dissipata quando freniamo, è stata messa a punto dai ricercatori del Gwangju Institute of Science and Technology in Corea del Sud.

Megliopossibile - Auto elettriche, grazie al grafene si ricaricheranno nell’arco di una frenata
Megliopossibile - Auto elettriche, grazie al grafene si ricaricheranno nell’arco di una frenata
Ricaricare l'auto elettrica in pochi secondi, sfruttando l'energia dissipata in frenata. E' quanto stanno cercando di realizzare i ricercatori del Gwangju Institute of Science and Technology in Corea del Sud attraverso lo studio di un supercapacitore ad alte prestazioni.

Protagonista dell'innovazione è, ancora una volta, il grafene, il materiale delle meraviglie come spesso viene definito, costituito da un singolo strato di atomi di carbonio uniti a formare un reticolo dalle proprietà straordinarie.

Le batterie convenzionali utilizzate nel settore non sono infatti in grado di recuperare l'energia prodotta in fase di frenata perché hanno un meccanismo di ricarica molto lento. Più promettenti sono invece i supercapacitori che riescono a caricare e scaricare l'energia rapidamente.

Questa tecnologia presenta tuttavia una problematica: la velocità di "azione" non consente al dispositivo di immagazzinare grandi quantitativi di energia. Inoltre, il sistema tende a consumarsi dopo un uso ripetuto (uno svantaggio significativo se si considera che dovrebbe sostenere milioni di cicli nel corso della vita di una vettura).

In questo contesto si inserisce il lavoro di Santhakumar Kannappan e colleghi. Il team è riuscito a realizzare un supercapacitore di grafene in grado di immagazzinare quasi la stessa energia delle batterie convenzionali e, contemporaneamente, di ricaricarsi in pochi secondi, circa sedici, mantenendo la sua efficienza per decine di migliaia di cicli.

Il risultato è stato ottenuto utilizzando una forma altamente porosa di grafene con un'enorme superficie interna: si pensi che un solo grammo presenta una estensione pari a quella di un campo da basket. Questo elemento è fondamentale perché consente al sistema di raccogliere molto più elettrolita da cui, in ultima analisi, dipende la capacità di carica del supercondensatore.

Secondo i ricercatori il prodotto potrebbe venire utilizzato nel prossimo futuro all'interno delle auto elettriche, permettendo di raccogliere in modo efficiente molta dell'energia finora sprecata.

Per leggere l'abstract dello studio, clicca qui!
La Redazione

Pubblicato:

Venerdì, 06 Dicembre 2013

Condividi:

blog comments powered by Disqus