Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

ALLO STUDIO LA PRIMA STAMPANTE 3D PER IL GRAFENE

Categoria // Ricerca di base e Finanziamenti, Grafene

Dopo plastica, metallo, carta, resina e addirittura pietra, ora anche il grafene potrebbe rientrare nella rosa di materiali modellabili dalle stampanti 3D grazie a un progetto che vede collaborare l'American Graphite Technologies e l'Istituto di Fisica Kharkov (Ucraina).

Megliopossibile - Allo studio la prima stampante 3D per il grafene
Megliopossibile - Allo studio la prima stampante 3D per il grafene

Dalle bottiglie di plastica fino alla pietra, è in crescita l'elenco dei materiali che possono essere modellati e assemblati con una stampante 3D.

All'appello manca tuttavia il grafene, singolo strato di atomi di carbonio, che - grazie alle sue straordinarie proprietà di resistenza, leggerezza, flessibilità e conducibilità - potrebbe rivoluzionare il mondo tecnologico del futuro.

Sono infatti già tantissimi gli studi che lo vedono protagonista nelle più disparate applicazioni nel campo dell'elettronica, della bio-medicina e dell'energia ma anche della mobilità e dell'architettura. Si pensi a display arrotolabili e trasparenti, a dispositivi in grado di integrarsi perfettamente al nostro organismo, a pannelli solari a maggior resa, ad auto o aerei più resistenti e leggeri.

Plasmare e assemblare il grafene purtroppo però non è impresa facile: ecco perché riuscire a fabbricare pezzi di grafene di qualsiasi forma e spessore, per esempio con una stampante 3D, in modo flessibile, facile e veloce, rappresenterebbe un notevolissimo risultato.

Per colmare questa lacuna e accelerare così il processo di sviluppo di innovativi dispositivi a base di grafene, l'American Graphite Technologies, in collaborazione con l'Istituto di Fisica Kharkov (Ucraina), ha deciso quindi di cimentarsi nell'impresa e di adattare le stampanti 3D al grafene.

I due gruppi, dopo aver ricevuto l'approvazione dal Centro di Scienza e Tecnologia ucraino, hanno dato il via al progetto (che verrà seguito da un team di otto fisici) all'inizio del mese di ottobre scorso.

La ricerca è ancora agli esordi ma il gruppo è fiducioso: «Abbiamo alcune idee interessanti e in caso di successo – sottolinea in un comunicato il CEO Rick Walchuk - ci auguriamo che i nostri sviluppi possano portare alla realizzazione di nuovi e innovativi prodotti per il mercato».

La Redazione

Pubblicato:

Martedì, 12 Novembre 2013

Condividi:

blog comments powered by Disqus