Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

UN PRISMA GENTILE

Categoria // Orientamenti, Architettura

Un esempio singolare di inserimento di un nuovo edificio in un ambiente urbano apparentemente saturo, con grande vantaggio per l’intero quartiere.

UN PRISMA GENTILE

Vigo, in Spagna, è una città viva e con un’edilizia storicamente stratificata: inserire un nuovo costruito in un tessuto urbano complesso, ricco di tracce diverse e di differenti stili, richiedeva un progetto di impatto ambientale intelligente con una forte componente di volontà di dialogo con l’intorno.

Il Collegio degli Architetti della Galizia aveva bisogno di una nuova sede, e questa, come ovunque in Spagna, doveva essere per tradizione un tassello vitale del contesto urbano, un elemento di servizio oltre che di connotazione del territorio e ovviamente di esempio tecnologico di efficienza energetica.Va detto che in Spagna, a differenza del nostro Paese, gli architetti godono di un rispetto e di una percezione sociale molto importanti.

[gallery-153]

A loro viene riconosciuto, in maniera maggiore che da noi, quel connotato di “cura” dell’ambiente e della società che già Platone spiegava ne La Republica. Molte città spagnole importanti ospitano nel centro storico e in posizioni di grande prestigio l’edificio del Collegio (o Ordine) degli Architetti. Sono normalmente  luoghi non chiusi in sé stessi ma che interagiscono con il resto della città offrendo spazi e servizi utilizzabili da chiunque. Anche questa apertura “architettonica” al pubblico contribuisce a generare nella popolazione una percezione positiva di servizio abbinata alla professione dell’architetto.

A Vigo doveva accadere lo stesso, ed è stato progettato dagli architetti  Irisarri + Piñera un prisma molto particolare. Dallo studio dei profili di tutti i prospetti dei palazzi circostanti e dalla traccia a terra di tutte le strade e i vicoli che convergevano nella piazza, è stato individuato un reticolo di linee molto chiaro che ha costituito la base progettuale per la pianta e l’alzato dell’edificio.

Ne è nato un prisma che in maniera gentile e non invasiva interagisce, con le sue altezze diverse, con ognuno degli elementi preesistenti, non volendolo prevaricare o oscurare in alcun modo, ma al contrario volendo invitare al dialogo tutto l’ambiente urbano circostante. Al tempo stesso, quello che è nato da questo studio meticoloso di impatto ambientale non è un edificio timido e insicuro: tutt’altro.

E’ una presenza di grande effetto e grande forza in un contesto generale tutto sommato senza grande personalità. E’ un edificio che caratterizza il territorio in maniera determinante, stabilendo una relazione di sostenibilità con l’ambiente urbano di grande scambio e interazione, oltre che offrire un modello edilizio tecnologicamente raffinato ed esemplare per le sue caratteristiche di efficienza energetica.

Oggi nessuna nuova costruzione può più permettersi di intervenire in un territorio senza portare beneficio a tutto l’intorno attraverso accorgimenti di progetto che la rendano efficiente. Questo edificio è stato progettato con una doppia pelle esterna che lo isola termicamente in inverno e lo ventila in estate, abbattendo sensibilmente lo scarico di fumi da combustione o aria calda da condizionamento nel quartiere. L’utilizzo di cellule fotovoltaiche lo rende autonomo per gran parte del proprio fabbisogno energetico, e la raccolta delle acque piovane in un serbatoio sotterraneo gli permette di abbattere l’uso di acqua di acquedotto in maniera molto sensibile.

Oltre a questi e a molti altri accorgimenti tecnici, che ne fanno un manufatto tecnicamente intelligente dal punto di vista di efficienza energetica, la caratteristica più sostenibile resta comunque la disponibilità che l’edificio offre a tutta la città di godere di spazi interni ed esterni a essa dedicati, in uno scambio culturale che abitua gli abitanti a considerare  un nuovo spazio costruito di qualità come una opportunità e non, come invece ancora spesso accade, come una minaccia.

Gemma Sinibaldi

Pubblicato:

Giovedì, 01 Luglio 2010

Condividi:

blog comments powered by Disqus