Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

UN POSTO MOLTO TRANQUILLO

Categoria // Orientamenti, Architettura

Un singolare intervento di riqualificazione edilizia sostenibile di una villa inglese, posta ai margini del più grande cimitero vittoriano di Londra.

UN POSTO MOLTO TRANQUILLO
Decidere di buttare giù la villa precedente non è stato semplice. Era stata disegnata negli anni ’70 da un noto architetto, John Winter, proprio sul margine dell’Highgate Cemetery, il cimitero vittoriano più antico e famoso di Londra. Recuperarla secondo criteri di sostenibilità e seguendo un obiettivo di basso impatto ambientale e basso consumo energetico era però altrettanto difficile: la casa era in cattive condizioni di conservazione, soprattutto strutturale, e avrebbe richiesto un costo enorme, se fatta in edilizia efficiente come desideravano i proprietari. Comunque non avrebbe portato ad una rivalutazione adeguata dell’immobile poiché era stata costruita tutta in cemento, materiale a volte molto complesso da riqualificare, se non pensato in maniera efficiente dall’inizio del progetto. 

La ragione più determinante della decisione di abbattere è stata però la posizione straordinaria, con una vista che spazia oltre il cimitero verso lo skyline della città e adiacente ad un grande parco come Waterlow Park, che invitava ad intervenire con una costruzione nuova, leggera, tutta in vetro, che massimizzasse il valore dell’intervento di riqualificazione edilizia creando un luogo di abitazione assolutamente straordinario e suggestivo, unico al mondo, oltre che di grande valore architettonico e immobiliare.

La villa attuale, progettata da Eldridge Smerin, occupa esattamente l’area della precedente. E’ su quattro piani, uno in più della casa precedente, con una generosa area destinata alla parte living, ed è costituita da due facciate a contrasto: una massiccia verso la strada in cemento, granito nero, E acciaio, che contrasta con la parte che dà sul giardino, totalmente a vetri, trasparente e immateriale. Questa dicotomia spaziale dà alla costruzione un’aria di mistero che si abbina molto bene alla collocazione apparentemente “sinistra” del luogo.

In realtà è una casa sicuramente molto tranquilla, visto che dà su una parte di cimitero non particolarmente visitata dai turisti ( poco lontano c’è la parte più affollata con anche tomba di Karl Marx), ma è anche un luogo molto sereno, luminoso e solare, dove la luce attraversa in altezza i locali sovrapposti creando un movimento di luci e ombre molto confortevole. 

Ma soprattutto è una costruzione che presenta importanti caratteristiche di sostenibilità e di controllo del consumo energetico , grazie a molti aspetti progettuali. Primo tra tutti è l’allargamento delle superfici orizzontali, in marmo scuro, che accumula calore durante il giorno attraverso le vetrature e lo rilascia costantemente nell’ambiente. La struttura in cemento pieno ha la stessa funzione di accumulatore di calore ad alta inerzia, che limita moltissimo gli sbalzi di temperatura , come anche il tetto a verde pensile che consente l’abbattimento della dispersione termica in inverno, ed evita il surriscaldamento d’estate. 

Nella costruzione sono stati utilizzati inoltre sia molti materiali della costruzione precedente che altri, come i metalli ed i legni, provenienti comunque da riciclo; il riscaldamento è a pavimento a bassa temperatura, l’illuminazione è perlopiù naturale, coadiuvata da corpi illuminanti a basso consumo energetico, quando necessario.
Tutto dimostra che l’intervento sull’impatto ambientale di un edificio passa a volte dalla ricostruzione totale, ma anche in questo caso è possibile operare riciclando il più possibile, nel totale rispetto dell’ambiente e con risultati estetici e funzionali di tutto rispetto.
Gemma Sinibaldi

Pubblicato:

Giovedì, 24 Settembre 2009

Condividi:

blog comments powered by Disqus