URBANISTICA SOSTENIBILE

LE CITTA' INTELLIGENTI SI SONO INCONTRATE A BOLOGNA

Categoria // Orientamenti, Architettura

Occasione di formazione, lavoro e incontro, questo evento ha rappresentato una  straordinaria opportunità per lo scambio di idee, progetti ed esperienze di persone che insieme tentano di costruire quella definizione di “smart city” italiana ancora poco concreta ed operativa.

LE CITTA' INTELLIGENTI SI SONO INCONTRATE A BOLOGNA
Si è conclusa ieri la prima edizione dello Smart City Exhibition 2012 tenutasi a Bologna dal 29 al 31 Ottobre, ed è in occasione di questo evento che ForumPA ha presentato i risultati di ICity Rate, la classifica sulle smart cities italiane curata da ICityLab.

La "I", che evoca Innovazione, Inclusione, Interazione e Intelligenza a supporto di tutti coloro che operano a diversi livelli per migliorare le nostre città, è anche uno stimolo a impegnarsi sempre di più nei diversi ambiti che caratterizzano una città intelligente. Per questo sono stati utilizzati oltre cento indicatori per stilare la classifica e dare modo ad oltre 40 città italiane di eccellere per dinamismo, intelligenza e organizzazione.

Dalla mobilità ecosostenibile alla teleassistenza agli anziani, dagli interventi edilizi a basso impatto ambientale ai lampioni intelligenti, sono stati analizzati vari temi come la governance delle città, la sostenibilità ambientale, la mobilità intelligente e il rilancio dell'economia territoriale, il tutto in un ottica di coinvolgimento e benessere del cittadino. Inoltre, nella scelta delle dimensioni da analizzare, si è fatto riferimento ad un analogo lavoro svolto dalla Commissione Europea, così da poter rendere i risultati il più possibile equiparabili a livello internazionale.

- Il tasso di occupazione, la presenza di imprese innovative giovani o femminili, la presenza e la qualità di università e istituti di ricerca, la dotazione infrastrutturale e i servizi turistici fanno posizionare Pisa e Milano tra le città italiane più avanzate in Smart economy;
- Per la qualità dell'aria, la percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti urbani, la presenza di spazi verdi in città, sono state individuate Trento e Ravenna come le città più verdi
- la Pubblica Amministrazione più smart invece sembra essere a Torino e Padova
- A Siena e Trieste invece si vive meglio grazie ai numerosi investimenti in cultura e welfare e attraverso l'offerta di servizi di vario tipo.
- La Smart mobility sembra essere proprietà di città come Milano e Venezia in cui esiste una rete diffusa ed efficiente di trasporto pubblico e ci sono zone a traffico limitato, piste ciclabili, servizi di bike e car sharing
- Infine per il numero di donne che lavora e che ricopre cariche all'interno dell'amministrazione, per la partecipazione politica,e il coinvolgimento in associazioni di volontariato i cittadini di Bologna e Ravenna sembrano essere i più attivi e partecipi alla vita cittadina.

In generale dall'incrocio delle varie classifiche, possiamo dire che Bologna, Parma e Trento sono risultate le città più smart d'Italia. Questo indica un netto predominio del Centro-Nord.

Ne emerge quindi il ritratto di un'Italia ancora una volta divisa in due; tuttavia Gianni Dominici, direttore generale di FORUM PA, che ha curato la ricerca ha tenuto a sottolineare che:
"La classifica, piuttosto che considerarsi un punto di arrivo, vuole essere utile per fotografare lo stato attuale, [... ] quella che restituiamo non è la classifica finale ma la griglia di partenza di una gara ancora tutta da correre."
Ilaria Vigorito

Pubblicato:

Giovedì, 01 Novembre 2012

Condividi:

blog comments powered by Disqus