SERVIZI SOSTENIBILI

LA TOILETTE? ...E’ A DANZICA!

Categoria // Nuova Edificazione, Terziario, Architettura Sostenibile

Un progetto intelligente ed eco-compatibile per i nuovi bagni pubblici del centro storico di Danzica.

Toilettes pubbliche a Danzica
Dopo aver preparato diversi disegni concettuali e aver sviluppato anche uno studio di fattibilità per il progetto delle nuove toilettes pubbliche per il centro storico di Danzica, lo studio praghese Architekci, è riuscito a trovare il giusto equilibrio tra funzionalità e convenienza optando per la prefabbricazione e la sostenibilità. I risultati ottenuti potrebbero in futuro addirittura servire come base per lo sviluppo di un modulo riproducibile e vendibile in tutto il mondo.

L'obiettivo era quello di creare delle costruzioni prefabbricate, con la minima necessità di sterri e che potessero adattarsi con facilità sia alle aree della città moderna che ai centri storici. La necessità che fossero semiautomatiche, facili da usare e funzionali tutto l'anno poi, completa il quadro, quasi impossibile, in cui hanno dovuto operare i progettisti. Tuttavia queste strutture oggi rappresentano pezzi di arredamento moderno della città, con una forma poco aggressiva e che impiega i materiali della storia del luogo: la sfida è quindi stata vinta!

Per realizzare il prototipo sono state studiate molte forme architettoniche e composizioni per poi scegliere una struttura che fosse circoscritta ad un cerchio. In questo modo si è riusciti ad utilizzare la minore superficie possibile adattando agevolmente il tutto anche alle esigenze dei disabili.

La proiezione della struttura ricorda una goccia d'acqua e questo suggerisce una immediata associazione con la tutela dell'ambiente, le energie rinnovabili e il concetto di design sostenibile.
Un tetto in vetro trasparente permette l'illuminazione degli interni durante il giorno, eliminando
la necessità di illuminazione artificiale e permettendo guadagno di energia passiva a supporto del sistema di riscaldamento. Di notte invece la retroilluminazione della facciata ne indica ai visitatori la posizione.

Sono stati scelti inoltre materiali riciclabili come l'acciaio e il vetro per la scocca esterna, mentre l'interno termoformato è costituito da materiali compositi con certificazione ecologica.

La base della struttura è costituita da una struttura di fondazione in acciaio appoggiata su una piastra in cemento e il tutto è circondato da pannelli di lamiera patinata di colore cortén. Questi si legano all'aspetto rustico degli scafi delle prime navi nei cantieri vicini mentre la testata dei pannelli, realizzata in acciaio lucido, sotto la luce del sole fa assumere al tutto una calda colorazione simile all'ambra.
Le nervature verticali presentano inoltre una leggera deformazione, una "bombatura" nella parte inferiore, che può fungere da rastrelliera per parcheggiare le bici.

Il lato lucido delle nervature riflette quindi tutto ciò che si trova nelle immediate vicinanze ma non con precisione: le lievi deformazioni della superficie riflettono frammenti del contesto in modo irregolare e vivace. Questo permette di far smaterializzare in parte la toilette e di farla fondere con l'intorno, storico o moderno che sia.

E' un progetto ben riuscito che non cerca di prevalere sulla zona circostante, ma che rimane in costante dialogo con essa sviluppando un concetto più maturo di sostenibilità a servizio del pubblico, che in questo caso diventa anche sostenibilità estetica.
Ilaria Vigorito

Pubblicato:

Giovedì, 13 Dicembre 2012

Condividi:

blog comments powered by Disqus