Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

CIELO IN UNA STANZA

Categoria // Orientamenti, Architettura

Una casa interamente di vetro rilegge il concetto di casa sostenibile e il rapporto con l’ambiente e il territorio circostante.

CIELO IN UNA STANZA
La Fishers Island nello stato di New York è un luogo dove il clima consente esperimenti di architettura che altrove sarebbero azzardati. Ma è anche un luogo dove viene naturale chiedere alla propria abitazione di non nascondere l’ambiente circostante e tutte le opportunità panoramiche che il territorio regala.
 
La scelta di una casa di vetro a questo punto è automatica. Peccato che una casa interamente di vetro non sia considerata abitualmente l’ideale da un punto di efficienza energetica, poiché, anche in presenza di vetri altamente performanti selettivi o basso emissivi, la casa comunque si pensa che disperda calore.
 
In questo caso, trattandosi di una villa di villeggiatura in un territorio dal clima temperato, dove il problema invernale è contenuto, si è optato  per dotare la casa di un sistema di accorgimenti che ovviassero soprattutto  al problema del raffrescamento, molto più urgente e continuativo nell’arco dell’anno, senza che questo costasse in energia.
 
Le soluzioni di progetto orientate a garantire agli interni della casa un microclima fresco costante sono da manuale, e tengono conto sia della pianta, che delle pareti, che del giardino.
 
Ciò che non fa surriscaldare una casa in estate è sostanzialmente l’aria, che deve essere fatta circolare sia dentro che fuori. La presenza del giardino è stata fatta penetrare all’interno della pianta della villa, creando delle isole-patio che hanno non solo una funzione decorativa, ma soprattutto di rottura delle isole di calore (spazi di surriscaldamento) circostanti.
 
All’interno della casa le pareti sono tutte parallele tra loro e non si toccano mai creando angoli chiusi: questo non consente all’aria di stagnare e di creare zone con un diverso grado di umidità o temperatura rispetto al resto.
 
A garanzia di un perfetto raffrescamento passivo, il tetto ventilato è sollevato rispetto all’intera struttura e lascia passare l’aria sopra la parte abitata, ma soprattutto una tettoia a brise-soleil che circonda l’intera casa, ombreggia i vetri soprattutto nelle ore più calde in cui il sole è perpendicolare, evitando che questo surriscaldi le pareti vetrate, le più sensibili e meno resistenti al surriscaldamento solare, ma anche il marciapiede intorno alla casa, che diventerebbe altrimenti una fonte di calore altissimo a ridosso dei vetri.
 
D’inverno, il sole più basso sull’orizzonte rispetto allo zenith colpisce invece per tutta la giornata proprio le pareti vetrate, garantendo alla casa il calore di cui necessita, e il fatto che l’aria possa circolare liberamente all’interno dell’abitazione consente il transito naturale del tepore in tutti gli ambienti.
 
Tutto questo studio tecnico delle performances dell’edificio non ha per nulla penalizzato il risultato estetico e di comfort dell’intervento dell’architetto Thomas Phifer, famoso in quell’area per la progettazione di case altamente rispettose dell’ambiente e del territorio circostante, e al tempo stesso altamente efficienti dal punto di vista energetico.
 
La scelta di case totalmente di vetro, se debitamente studiate in pianta e in alzato in tutte le loro caratteristiche, si dimostra quindi essere un' alternativa molto interessante dal punto di vista progettuale, con l’unico limite che il progettista deve necessariamente essere molto competente.
 

Per approfondimenti:

http://www.tphifer.com/#/home

Gemma Sinibaldi

Pubblicato:

Giovedì, 14 Ottobre 2010

Condividi:

blog comments powered by Disqus