Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

CASA DI PAGLIA

Categoria // Orientamenti, Architettura

Vivere in una casa di paglia è una delle maniere più efficaci di applicare l’architettura sostenibile alla ricerca del benessere più totale.

CASA DI PAGLIA
La paglia ha da secoli moltissimi poteri riconosciuti nella ottimizzazione dell'economia domestica. In paglia, tanto per fare qualche esempio, si facevano le imbottiture dei materassi e tuttora si fanno i tetti in Francia, in Olanda, in Danimarca e in tanti altri Paesi del Nord.
La paglia, materiale naturale in cellulosa con grandi quantità di aria imprigionata al suo interno, rappresenta uno dei coibentanti termici più efficaci in edilizia sin dall’antichità. Oggi se ne è perso in molti luoghi l’uso, che persiste solo nelle culture rurali.
 
 
La casa che presentiamo oggi ne rivaluta l’utilizzo, rielevando la paglia al ruolo di protagonista assoluta da un punto di vista costruttivo, oltre che estetico.
Le soluzioni progettuali presentate dal coraggioso studio di architettura olandese Arjen Reas a Zoetermeer dimostrano che è possibile ottenere una grande carica espressiva da questo materiale naturale poverissimo e al tempo stesso è legittimo pensare a esso come a uno dei materiali migliori in tema di resa termica, sia estiva che invernale.
Infatti, la grande quantità d’aria contenuta nella paglia fa sì che in inverno gli interni siano protetti da un mantello protettivo molto confortevole mentre, in estate, la grande massa termica prodotta dallo spessore molto elevato dei muri garantisce il fresco in casa a lungo.
 
Progettata su commissione di un imprenditore, la casa di 744 mq, si chiama Living on the edge (Vivere al confine) perchè è collocata al confine tra città e campagna: «la sfida è stata fondere assieme la tradizione architettonica residenziale locale - fatta di case spoglie e tetti in paglia - e un design contemporaneo, per dar vita a una forma cubista collocata in un paesaggio solitario, estraneo alla città», spiegano da Arjen Reas. «Quando si lavora con le forme pure è importante guardare alla semplicità, alla durevolezza e all’espressività. L’accostamento di paglia e intonaco bianco, due materiali così diversi tra loro ma così riconoscibili nel paesaggio olandese, origina una struttura al contempo moderna e universale».
 
Uno degli aspetti fondamentali che ha guidato la fase di progettazione è stata la volontà di dotare tutti gli ambienti della casa di vista sul paesaggio esterno: a tal fine tutti gli ambienti della casa sono dotati di ampie finestre o porte-finestre a tutt’altezza, scelta che comporta tra l’altro un’ottima illuminazione con luce naturale degli interni durante le ore diurne.
Oltre che dal pian terreno, la casa è accessibile dal seminterrato (che ospita un garage e due magazzini) tramite una scala comunicante con lo spazio principale della zona giorno: una grande cucina open super accessoriata. Porte scorrevoli trasparenti separano gli spazi e conducono al giardino.
 
Gli spazi esterni sono allo stesso modo modernissimi e serenamente integrati nell’ambiente intorno, oltre a essere confortevoli e spaziosi. La casa di paglia, con le sue forme originali eppure antiche, si colloca perfettamente nel suo ambiente circostante, ma potrebbe liberamente essere collocata in realtà molto lontane dall’Olanda proprio per una universalità di linguaggio che parla di lavoro nei campi, di vita nell’aia, di raccolto, di serate attorno al fuoco. Un linguaggio di architettura totalmente sostenibile che è comune a tutte le culture e a tutte le latitudini.
Graziella Dolfi

Pubblicato:

Giovedì, 20 Gennaio 2011

Condividi:

blog comments powered by Disqus