Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

CASA A SORPRESA

Categoria // Orientamenti, Architettura

Non si direbbe che è come è. Sembra in un modo e invece è in un altro una casa-vacanza molto sostenibile nel Suffolk, in Inghilterra

CASA A SORPRESA
Di sostenibile ha soprattutto il fatto di essere inserita nel suo territorio in maniera del tutto naturale, pur presentando caratteristiche rivoluzionarie sia dal punto di vista progettuale che strutturale.
Di fatto questa casa sostenibile sospesa per metà su un leggero declivio, risolve in maniera innovativa e assolutamente legittima il problema della edificabilità ridotta del suolo.

Qui da noi un progetto del genere si scontrerebbe molto probabilmente con ostacoli autorizzativi di ogni tipo, ma per fortuna in altre parti del mondo non è così.

La Balancing Barn dello studio olandese MVRDV è uno dei progetti vincitori del Red Dot Design Award, uno dei premi più prestigiosi al mondo. L’edificio, selezionato tra 4430 provenienti da 60 paesi, ha ricevuto la menzione d’onore nella categoria “Architettura e Progettazione Urbana” per l’alto livello qualitativo delle soluzioni, per i dettagli raffinati e per l'utilizzo di materiali naturali.
La cerimonia ufficiale di premiazione si svolgerà 4 luglio 2011 presso il Teatro Aalto di Essen, in Germania.
Living Architecture, organizzazione non-profit fondata dal filosofo e scrittore svizzero Alain de Botton e dedicata alle sperimentazioni di architettura moderna, commissionò nel 2008 a MVRDV la progettazione di una delle cinque case-vacanza in affitto nel Regno Unito.
La Balancing Barn, che trae ispirazione dai granai e dalle cosiddette “case sospese” di Amsterdam, è costruita su uno splendido sito, vicino alla riserva naturale nel Suffolk, che si affaccia su un piccolo lago.
Vista dalla strada, l’abitazione sembra essere una tradizionale residenza con camino e tetto spiovente. Avvicinandosi, si scopre, invece, l’originalità di un’architettura che intende capovolgere il concetto di casa-vacanza, spesso di bassa qualità. Lunga 30 metri, la struttura si sviluppa per metà a sbalzo su un avvallamento del terreno. Le pareti vetrate affacciate nel vuoto offrono una visuale continua su alberi, verde e laghi che disegnano il paesaggio circostante.
La struttura, ovviamente leggera e in acciaio, altrimenti non potrebbe sostenere uno sbalzo così pronunciato, è poi completata con architettura in legno interamente coibentata per ottimizzarne il comportamento dal punto di vista del risparmio energetico. Il risultato viene garantito dal sapiente utilizzo ovunque di materiali naturali.
Il rivestimento in tessere di acciaio riflettente ha anche la funzione progettuale di suggerire una trasformazione continua della casa che assume di volta in volta i diversi colori delle stagioni. Metà del lato più lungo della struttura è invece nascosta tra gli alberi da cui ne risulta una parziale mimetizzazione nel paesaggio.
The Balancing Barn è composta internamente da una cucina, un’ampia zona giorno e quattro camere da letto matrimoniali, ciascuna con il proprio bagno. Al centro dell’abitazione una scala a scomparsa consente l’accesso al giardino sottostante.
L’intera impostazione del progetto insomma suggerisce un approccio del tutto creativo e simpaticamente irriverente alle regole stilistiche in vigore pur rimanendo rigoroso nella scientificità delle soluzioni tecniche introdotte a garanzia del risparmio energetico.
Un suggerimento per le prossime vacanze: la casa è inserita in un circuito internazionale di case vacanza per affitti brevi. Passarci qualche giorno non dovrebbe essere così male...
Gemma Sinibaldi

Pubblicato:

Giovedì, 05 Maggio 2011

Condividi:

blog comments powered by Disqus