Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

SNAM: “IL METANO E’ NATURA”, UNO DEI PRIMI CASI DI GREENWASHING SEGNALATO DALL’AUTHORITY

Categoria // Sentenze Antitrust

Una delle prime sentenze dell'Antitrust, Autorità Garante della Concorrenza e del mercato, in ambito di pubblicità ingannevole riguarda la SNAM - Società nazionale Metanodotti - per alcuni messaggi che promuovevano caratteristiche "ecologiche" e "naturali" del metano.

Pubblicità Snam del 1996, definita ingannevole dall'Antitrust
Pubblicità Snam del 1996, definita ingannevole dall'Antitrust
Una delle prime sentenze dell'Antitrust – Autorità Garante della Concorrenza e del mercato - relativa a un caso di pubblicità ambientale ingannevole risale al 1996. Sotto accusa SNAM - Società Nazionale Metanodotti - per alcuni messaggi pubblicitari pubblicati sui giornali e trasmessi in Tv che promuovevano caratteristiche "naturali" ed "ecologiche" del metano

Per dare un'idea degli slogan incriminati, ne riportiamo tre esemplari (poi declinati in maniera diversa sui differenti mezzi di comunicazione): "Il metano è natura", "Il metano è un gas naturale ed è considerato il combustibile più pulito perché emette meno sostanze inquinanti" ma anche "(Il metano) è una fonte di energia che rispetta noi stessi e l'ambiente che ci circonda, restituendo all'uomo la sua aria, all'Italia il suo patrimonio ambientale ed artistico". Nel complesso, comunque, tutte le dichiarazioni tendevano a caratterizzare il metano come parte integrante del sistema naturale, trascurabilmente impattante in termini di emissioni nocive, nonché benefico per la salute nostra e del Pianeta.

A segnalare la presunta ingannevolezza dei claim la Federazione Nazionale Commercio Petroli, la società combustibili e sottoprodotti industriali SC.E.S.I. e la società FOCALIA combustibili e riscaldamento, in qualità di concorrenti.

Dopo attente valutazioni l'Autorità ha stabilito che il messaggio centrale della campagna pubblicitaria "Il metano è natura" poi declinato anche in "il metano è natura e vive rispettando la natura"- poteva indurre erroneamente il consumatore a pensare che questo combustibile, si legge nella sentenza, "fosse un prodotto proveniente, pronto all'uso, dall'ambiente e che, non contaminato da trasformazioni industriali, non producesse alcun danno o alterazione naturale".

Convinzione che non trova riscontro nella realtà, visto che il metano diventa un agente inquinante nel momento in cui viene usato. Durante la combustione, infatti, libera anidride carbonica, ossidi di azoto e altre sostanze dannose per l'uomo e l'ambiente. Motivazione che ha reso questo messaggio una "fattispecie di pubblicità ingannevole". 

Non diversa la decisione presa a proposito degli altri slogan che descrivevano il metano come "il carburante più pulito" o come "una fonte energetica che rispetta noi stessi e l'ambiente che ci circonda". Secondo l'Antitrust questi messaggi non davano il giusto peso al potere inquinante del combustibile che, seppur inferiore a quello di carbone e gasolio, non è comunque trascurabile.

Per leggere la sentenza completa, clicca qui e vai a pagina 62
La Redazione

Pubblicato:

Lunedì, 11 Marzo 2013

Condividi:

blog comments powered by Disqus