Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

GRAPHENE OXIDE ABSORBS WATER-POLLUTING RADIOACTIVE WASTE

Categoria // Graphene, Environment and Sustainability

Tiny flakes of this material can trap the radionuclides dispersed in liquids and change them to the solid state. This allows easier handling and removal of toxic substances from water.

Megliopossibile - L’ossido di grafene assorbe i rifiuti radioattivi che contaminano le acque
Megliopossibile - L’ossido di grafene assorbe i rifiuti radioattivi che contaminano le acque

A recent study by scientists at the Rice University – in co-operation with their peers at the Moscow State University – demonstrated the ability of graphene oxide to quickly absorb and condense radioactive waste in polluted water.

Tiny flakes of this material – soluble in liquids and easily produced in large quantities – can, in fact, trap radionuclides, both natural and artificial, and change them to the solid state.

This allows to easily segregate, handle, and thus remove toxic substances from water. According to the authors of the study, this finding could provide invaluable support for reclaiming polluted sites, including the areas around the nuclear power plant of Fukushima struck by the earthquake and tsunami of March 2011, where radioactive water leaks are still recorded – the latest warning is quite recent.

The researchers tested the graphene oxide synthesized at Rice with simulated nuclear waste containing uranium, plutonium, and other substances like sodium or calcium, which could negatively affect absorption. Notwithstanding this, graphene oxide turned out by far more effective than bentonitic clays and activated carbons, generally used to reclaim polluted areas. Graphene oxide, in fact, coagulated the waste substances within few minutes, quickly aggregating the most harmful polluting agents.

“The broad surface of graphene oxide results into its ability to absorb toxins,” said Stepan Kalmykov, one of the coordinators of the study. “Therefore, we are not surprised about its high retention capacity. What surprises is rather such a quick absorption kinetics – the true key to the whole process.”

The results of the study were published in the review of the Royal Society of Chemistry "Physical Chemistry Chemical Physics". Click here to read the abstract.-

The Editorial Staff
Published on Wednesday, September 11, 2013

La Redazione

Pubblicato:

Mercoledì, 11 Settembre 2013

Condividi:

blog comments powered by Disqus