Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

THE WORLD’S THINNEST GLASS DISCOVERED BY CHANCE WITH GRAPHENE

Categoria // Graphene, Basic Research and Funding

Discovered by chance on a layer of graphene by researchers at the Cornell University and their peers at the Ulm University in Germany, the “record” glass sheet is only two atoms thick.

Megliopossibile - Grazie al grafene, scoperto per caso il vetro più sottile del mondo. Foto: Kavli Institute at Cornell for Nanoscale Science
Megliopossibile - Grazie al grafene, scoperto per caso il vetro più sottile del mondo. Foto: Kavli Institute at Cornell for Nanoscale Science

Some important discoveries occur by chance. It recently happened to researchers at the Cornell University that, in co-operation with their peers at the Ulm University in Germany, found the world’s thinnest glass sheet (only two-atoms thick) by mere chance.

They did so by observing with the microscope a flaw on the pure graphene they were producing artificially. What looked like simple “dirt” proved to be a structure made of silicon and oxygen, the elements that make up common glass.

According to the team, the ultra-thin glass sheet is likely to have been formed by an air leak, which may have brought about a reaction between the copper foils used as a substrate to grow graphene and the quartz in the furnace used for the production process (also made of silicon and oxygen).

“While this is important news, the discovery allowed to answer lots of questions on the fundamental structure of glass that had been pending for over eighty years,” said David A. Muller, professor at the Cornell University. For the first time in history, in fact, the researchers managed to photograph the layout of glass atoms, and found that the resulting image is surprisingly similar to a theoretic representation drafted in 1932 by Norwegian physicist William Houlder Zachariasen.

This innovative product has a broad variety of potential applications, and some day could improve the performance of computer and smartphone processors. The finding was published in the scientific review Nano Letters (click here to read the abstract), and will be officially included in the 2014 edition of the Guinness book of records.

The Editorial Staff
Published on Tuesday, October 8, 2013

La Redazione

Pubblicato:

Martedì, 08 Ottobre 2013

Condividi:

blog comments powered by Disqus