Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

È L’ORA DEL CAFFÈ: Allestimenti sostenibili

Categoria // Nuova Edificazione, Terziario, Architettura Sostenibile

Sostenibilità in edilizia, in urbanistica, nella gestione aziendale, nella produzione…ma parlando di allestimenti, le pratiche in uso sono sostenibili?

È L’ORA DEL CAFFÈ: Allestimenti sostenibili

Gli allestimenti fieristici o di eventi sono sempre stati noti come occasioni molto costose che le aziende o gli enti sfruttano per pubblicizzare qualcosa. Purtroppo però l’essenza stessa dell’evento pubblicitario, che è indice di effimero e momentaneo, mal si coniuga con il concetto di riutilizzo e recupero che invece caratterizzano le buone pratiche di sostenibilità. Queste occasioni sono generalmente caratterizzate da elementi, materiali, soluzioni costruttive e oggetti che cadono in disuso o passano di moda in un batter d’occhio e il loro riuso o reimpiego è praticamente impossibile a causa di stringenti logiche di marketing.

Utilizzare materiali riciclabili, lampade a basso consumo e sistemi modulari sembra essere un buon punto di partenza, ma i materiali plastici o sintetici, gli scarti di lavorazione e gli imballaggi sono sempre a quintali quando si smonta un allestimento fieristico se progettato senza riflettere.

Basterebbe forse partire da un concept sostenibile…e per fortuna c’è qualcuno che lo fa.

Progettato per il festival “Food and Wine 2013” di Melbourne, infatti, la Fattoria Urbana del Caffè e della Miscela da Bar, ad opera dello studio Hassel, rappresenta la creazione di un paesaggio inaspettato all’interno di un ordinario spazio urbano con una spesa minima e un impatto ambientale quasi nullo.

La volontà degli architetti era quella di portare una vera e propria giungla di piante da caffè sulla cima del distretto centrale operativo della città, ed è proprio lì che si è tenuto l’evento per tutto questo mese.

Con sole 120 piante da caffè, disposte sulle scalinate rosse di un anfiteatro pubblico, si è riusciti a concretizzare un idea progettuale originale e d’impatto. L’impiego di pallett di legno, container e casse di imballaggio ha permesso poi di arredare lo spazio, senza grandi pretese ma con ottimi risultati. L’intento era quello di ricreare la misteriosità e il sapore esotico caratteristico dei luoghi di provenienza del caffè, e l’imprevedibilità dell’imbattersi in vaste piantagioni di caffè all’interno di inattese radure nel cuore della giungla.

Ripercorrendo idealmente la lunga strada che i chicchi di caffè seguono per arrivare dalle coltivazioni alla nostra tazzina, si vive un esperienza temporanea ma suggestiva.

Al termine dell’evento le piante da caffè, recuperate da una piantagione in disuso, verranno ripiantate a Victoria nella fattoria di un estimatore che le ha acquistate, le 2000 piante tropicali usate per ottenere l’effetto giungla, verranno restituite al vivaio che le ha donate per il Festival mentre tutti i pallett, i container e le piattaforme verranno invece riciclati perché già a fine vita.

Ilaria Vigorito

Pubblicato:

Giovedì, 14 Marzo 2013

Condividi:

blog comments powered by Disqus