Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

BIOTECHNOLOGIES: GRAPHENE REVOLUTIONIZES NEURAL IMPLANTS

Categoria // Graphene, Medicine and Biotechnology

Researchers at the Technische Universität München (Germany) are testing the use of graphene to produce neural implants. This material is more suited than currently used silicon, and could revolutionize this area of biotechnological research.

Protesi neurali rivoluzionate dal grafene
Protesi neurali rivoluzionate dal grafene

According to a futuristic perspective, emerging studies on neural implants – special devices that could be inserted, for example, in the brain, eyes, or spine – herald the development of technologies to counter degenerative diseases, repair damaged tissues, and even enhance our senses.

However scientists in this field are facing huge challenges, as noted in the MIT Technology Review. Silicon, used to create trial systems, does not integrate effectively into man’s soft tissues, in that it is stiff, sharp, and risks to damage the surrounding substrate. Such substrate is usually moist, warm, and saline and, in time, can damage the electronic components of the device.

A flexible material, more compatible with human tissues, is therefore needed. And such material, according to Lucas Hess and his colleagues at the Technische Universität München (Germany), could actually be graphene, due to its special intrinsic properties.

Graphene is made up of a single layer of carbon atoms and is, in fact, thin, ultra-flexible, and extremely strong – ideal for this kind of implants. Thus researchers started to test its biocompatibility with excellent results. Moreover, their tests demonstrated that graphene-based devices are also much more sensitive to electric changes than silicon-based ones, are not damaged by body fluids, and even use these for their operation.

This first step is surely bound to trigger a revolutionary process in the field of biotechnologies applied to medical research.

Click here to read the complete study.

The Editorial Staff
Published on Wednesday, February 27, 2013

La Redazione

Pubblicato:

Mercoledì, 27 Febbraio 2013

Condividi:

blog comments powered by Disqus